Il noleggio delle automobili è una pratica che negli ultimi anni sta riscuotendo sempre maggiore successo.

Molte persone preferiscono affittare un’auto per un periodo più o meno breve anziché acquistarla, rimanendo così libere di cambiare vettura alla scadenza del contratto di noleggio.

Una soluzione sicuramente comoda, che ti porta a guidare più modelli, e anche più economica rispetto alla decisione di comprare una macchina.

Il costo del noleggio a lungo termine

Il costo del noleggio cambia sicuramente a seconda del modello scelto.

Una macchina tanto più lussuosa andrà come ovvio ad avere un canone mensile più alto rispetto ad una più comune. Un’utilitaria come la Seat Mii la si può avere sborsando poco più di 200 euro al mese, un modello come la Mercedes GLC Coupè nella versione Business la portiamo “a casa” con circa 770 euro mensili.

Il canone copre però tutte le spese legate alla manutenzione dell’auto e, nel noleggio a lungo termine in particolare, anche l’eventuale cambio gomme, bollo e assicurazione. I servizi sono dunque inclusi, nessun costo nascosto o “sorpresa” particolare.  Una soluzione dunque trasparente: niente spese aggiuntive dell’ultimo minuto, niente sovrapprezzi improvvisi o eccedenze di rata.

Possono esistere casi in cui non è compresa la franchigia e la RCA con penale risarcitoria. Le polizze RCA sono obbligatorie per tutti i mezzi con targa.

L’assicurazione e la penale risarcitoria

La copertura assicurativa del mezzo serve per garantire un risarcimento a chi subisce danni materiali o fisici. Bisogna in particolar modo stare attenti alla penale risarcitoria, una sorta di “clausola” nel contratto assicurativo in cui l’assicurazione si dichiara disponibile risarcire i danni causati, ma successivamente si rivarrà sull’assicurato, richiedendo il rimborso della somma risarcita.

La franchigia

Attenzione anche alla franchigia, il rimborso cioè di una parte del danno provocato a terzi che resta a carico dell’assicurato e che quindi non è rimborsato dalla compagnia assicurativa.